Rieducatore Motorio

agosto 2, 2017

Il Rieducatore Funzionale & Motorio è il Laureato magistrale della Scuola di Scienze Motorie e, a livello rieducativo, lavora in stretta collaborazione con i Fisioterapisti e/o gli Osteopati.

Il suo compito è quello di far raggiungere la forma fisica e il benessere all’individuo, rieducandolo alle sane abitudini.

Senza l’aggiunta di Master o altre tipologie di Specializzazioni particolari, il Rieducatore Motorio (laureato in Scienze Motorie) non può eseguire la manipolazione. Si tratta di un professionista indicato in particolare per chi fa sport, sia a livello agonistico che a livello dilettantistico.

Le aree di attività del Rieducatore Motorio sono: la rieducazione in piscina: insieme di trattamenti con lo scopo di affrontare esercizi altrimenti impossibili a al di fuori dell’acqua; la rieducazione in palestra: insieme di esercizi mirati al recupero della mobilità articolare e della forza sia con l’articolazione in scarico sia con l’aiuto di macchinari di ultima generazione; la rieducazione sul campo: l’ultima tappa per l’atleta infortunato prima di tornare allo sport, si tratta della fase più importante, per questo assolutamente personalizzata; la prevenzione degli infortuni: valutazione a priori della salute dell’atleta, tenendo in considerazione tre campi di azione: forza, flessibilità e propriocettiva.

Rieducazione in piscina ( vedi idrokinesiterapia)

Rieducazione in palestra : questo tipo di attività è indicato per la risoluzione di limitazioni funzionali di vario genere, in modo particolare tutte le patologie traumatiche e chirurgiche delle principali articolazioni (anca, bacino, ginocchio, caviglia e rachide in toto) o traumi da sovraccarico funzionali, come tendiniti, borsiti. La rieducazione funzionale viene consigliata, inoltre, per le attività di prevenzione (legate a traumatismi sportivi e non) e di mantenimento di uno stato ottimale di forma fisica; il lavoro viene svolto in palestra in un open-space all’interno del quale sono collocate macchine aerobiche e macchine per il rinforzo muscolare. Inoltre vengono utilizzati elastici, pesetti e altri strumenti per effettuare gli esercizi a corpo libero.

Rieducazione sul campo o Riatletizzazione: la rieducazione sul campo sportivo è l’ultima fase del percorso riabilitativo. Consiste nell’effettuare esercizi progressivi di recupero fino a riproporre in maniera completa i gesti specifici dello sport praticato. La rieducazione sul campo sportivo è fondamentale per ridare sicurezza e per prevenire il reinfortunio, può essere effettuata da tutte le tipologie di pazienti, indipendentemente dall’età e dal livello sportivo. Gli esercizi si svolgono sotto il diretto controllo di un rieducatore, si tratta di programmi individualizzati che variano a seconda della tipologia di cliente (sedentario, sportivo amatoriale, sportivo agonista ecc.) e della problematica da affrontare.