Caviglia

agosto 16, 2017

La caviglia è quella parte del corpo che collega la gamba e il piede e comprende l’articolazione tibio-tarsica, che è situata fra tibia e perone, e un osso del piede (astragalo). L’articolazione tibio-tarsica è a forma cilindrica, è rivestita da un tessuto connettivo (capsula articolare) e all’interno contiene la membrana sinoviale, che produce un liquido che permette alle ossa di scorrere l’una sull’altra.

Tutte le ossa della caviglia sono ricoperte dalla cartilagine per aumentare la mobilità e l’elasticità dei movimenti: rispetto a tutte le altre articolazioni del corpo, queste ossa hanno una copertura maggiore di cartilagine, perché la mobilità richiesta è maggiore in questo punto. Insieme alla cartilagine, sono presenti i legamenti che, oltre a mantenere unite le ossa e la capsula articolare, favoriscono i seguenti movimenti della caviglia: flesso-estensione o flesso-plantare: legamenti anteriori dell’articolazione tibio-tarsica diventano più lunghi mentre quelli posteriori diventano più corti; flessione sul dorso: i legamenti anteriori diventano più corti, mentre quelli posteriori diventano più lunghi. La caviglia, oltre alle ossa, alla capsula articolare, ai legamenti, è composta anche da muscoli e tendini.

La caviglia è una delle strutture del corpo umano più soggetta a sollecitazioni sia in ambito sportivo sia durante la quotidianità e perciò è molto soggetta a traumi, di lieve o grave entità, oltre che a diverse patologie. Le principali sono: osteocondrite dell’astragalo; caviglia gonfia; frattura della caviglia; distorsione alla caviglia; lesioni dei legamenti; artrosi di caviglia; lesioni della cartilagine articolare; sindrome da impingement.

I fenomeni più frequenti che interessano la caviglia sono distorsione e frattura. La distorsione si verifica quando l’articolazione della caviglia si piega o si torce in modo eccessivo. Se l’articolazione della caviglia è forzatamente portata ad andare oltre il proprio spettro di movimento, i muscoli, i legamenti e i tendini che la compongono possono subire delle lesioni che vanno dallo stiramento alla rottura. Le distorsioni più frequenti interessano la parte esterna della caviglia e provocano dolore e gonfiore immediati. Solitamente il dolore è localizzato davanti e sotto il malleolo peroneale, ovvero la sporgenza più bassa dell’osso laterale della gamba (perone). Queste strutture collaborano non solo al movimento, ma anche alla stabilizzazione e alla protezione; quando viene esercitata una tensione superiore alla loro “tenuta”, subiscono lesioni che vanno dallo stiramento alla rottura. Il movimento tipico avviene quando la punta del piede è rivolta verso il basso e la caviglia ruota bruscamente all’interno.

Percorso Terapeutico :

  • Visita Medica : Ortopedico o Fisiatra
  • Esami Diagnostici: Radiografia, Ecografia, Risonanza Magnetica
  • Valutazione Osteopatica
  • Terapie consigliate: Kinesiterapia, Tecarterapia, Rieducazione funzionale, Idrokinesiterapia, Onde d’urto focali manu medica.
  • Valutazione Funzionale: Hunova, Isocinetica.
Posted in Patologie